qrcodecover

Livio, colonna portante della nostra famiglia, artista estroso e astratto, ci ha sempre indirizzato e inspirato con la sua arte nell’ interpretare il territorio e nel realizzare i nostri vini, anche “esteticamente”.
Crediamo fortemente nell’ idea che un vino artigianale prodotto da un vignaiolo
abbia molto in comune con il lavoro di un artista, creando un qualcosa di intimo ed emozionale.
Come un quadro può raffigurare un’ ampia diversità di colori, forme e sensazioni anche i nostri vini vogliono rappresentare una grande ed al contempo piccola diversità di terre, uve ,profumi e gusti che Palazzone racchiude dentro il suo piccolo ambiente naturale.

Pietro Dubini

Come la mano di un pittore crea il suo paesaggio, quale che sia, su una tela, così la natura e l’opera che vi si applica collaborano a creare l’armonia di un panorama, l’ordine di una vigna e il dono del vino.
Non è solo un paragone o una somiglianza. Nelle Storie del vino di Livio Orazio Valentini, mistico pictor della trasfigurazione che è dell’arte, le cose coincidono. Il gioco delle linee e dei colori crea spazi in cui si trasfigurano i declivi e le colline dell’Umbria, su cui va a distendersi la regolarità figurativa dei tralci allineati.
Materia che si sovrappone alla superficie di un mosaico in cui le tessere si riuniscono nell’equilibrio di un insieme.
E il portento di un dettaglio è la singolarità di un segno che rimanda al tutto di un racconto e lo sposta nel perimetro di un etichetta. Un annuncio libero e aperto e dunque pronto a sollecitare la complicità di uno sguardo che, se vuole, può perdersi nel rimando tra la realtà e l’immaginazione di un quadro/terroir.

Guido Barlozzetti

qrcodecover

visita il nostro sito web